PUBBLICATE
19 aprile 2018 by osmar
Luigi Moretti, Augusto Muller, Silvano Zorzi
Destinata ad uffici e a locali di rappresentanza l'edificio è progettato in sostituzione di una abitazione preesistente della medesima cubatura (m22X21), nel momento di massima trasformazione della parte che circonda la Città Universitaria da quartiere borghese di villini a zona per uffici.I piani
16 aprile 2018 by osmar
Luigi Moretti
Nel 1928, quando Moretti era ancora uno studente, gli venne affidato l'incarico di realizzare una palazzina a Ostia, nei pressi della nuova basilica Regina Pacis. In quelli stessi anni Ostia era in piena trasformazione, in quanto si apprestava a diventare, il nuovo "Lido di Roma",in virtù anche de
12 aprile 2018 by Maria Teresa
GGMPU Architects, Lucio Morini
Di fronte a Plaza España, nella città di Córdoba, il quasi centenario Museo Emilio Caraffa è stato recentemente oggetto di un intervento di ampliamento e ristrutturazione moderno e funzionale. Museo ad opera dell'architetto ungherese Johannes Kronfuss, realizzato nel 1916 in stile neocoloniale,
9 aprile 2018 by osmar
Carlo Aymonino, Ludovico Quaroni
Situata nei pressi di via Innocenzo X 25, la palazzina inserisce dialetticamente nel tessuto urbano allineandosi con i fronti degli altri edifici. La parte arretrata del prospetto fornisce uno sfondo per via dei Panphili. L'avancorpo sinistro, con il suo aggetto, descrive con un portico lo spazio de
22 marzo 2018 by Redazione ArchiDiAP
Studio Amaart
UNA STAZIONE COME MEMORIA URBANA Il primo progetto per la Stazione di Vigna Clara viene realizzato in occasione del Campionato Mondiale di Calcio del 1990, ma la fermata non entrò mai in esercizio. Il progetto di Restyling affidato allo studio Amaart nel 2016 prevede il recupero completo del vec
9 marzo 2018 by Redazione ArchiDiAP
ELASTICO + Cesario Carena
Il progetto ha interpretato il sito, le preesistenze, le ambizioni ed il substrato culturale della committenza cercando di evitare una risposta univoca: la poliedricità multiforme delle tematiche da affrontare si riflette nei pezzi che compongono l'intervento, concepito come collage e stratificazio
1 marzo 2018 by Redazione ArchiDiAP
ELASTICOSPA
La casa è inserita all’interno di un golf club sulle colline a ridosso dell’appennino ligure-piemontese: fa parte di una lottizzazione caratterizzata da villette vernacolari che mascherano il lusso dietro una parvenza decisamente ordinaria. Il progetto tende a distinguersi con l’utilizzo di u
19 febbraio 2018 by Redazione ArchiDiAP
ELASTICOSPA+3
Il progetto prevede la ristrutturazione di una casa ottocentesca e la realizzazione di un nuovo edificio nel giardino interno. L'obiettivo è quello di dare espressione chiara alla presenza di una struttura insolita all'interno di un contesto urbano disordinato. Il programma progettuale prevede la c
8 febbraio 2018 by Redazione ArchiDiAP
BRH+ (Barbara Brondi e Marco Rainò)
La ristrutturazione ed ampliamento di un edificio rurale isolato in cima ad una collina localizzata geograficamente nelle Langhe, ha comportato uno studio accurato della preesistenza e delle valenze paesaggistiche in cui si trova il cascinale; l’analisi del territorio in generale e del contesto sp
5 febbraio 2018 by Alberto Salvatori
MDU architetti
Nel 2002 il comune di Montalto di Castro, situato nell’area dell’alta Tuscia, indì un concorso internazionale per la realizzazione di una teatro che avesse la funzione di riqualificare un’area periferica dal paese (“una periferia uguale a tutte le altre” riprendendo le parole degli archit
IN ATTESA DI REVISIONE
9 aprile 2018 by osmar
Luigi Moretti
Tra le prime produzioni di Moretti, la palazzina rivela, assieme all'impostazione classicista messa in evidenza dai dettagli (cornici, lesene, timpani) la volontà di una ricerca spaziale giocata sui volumi e sui forti chiaroscuri. L'autore privilegia il gusto per i contrasti e le brusche interruzio
9 aprile 2018 by osmar
Mario Moretti
Le principali trasformazioni documentate iniziano dal 1887 con l'acquisizione dell'ex Monastero dell'Immacolata Concezione,conosciuto altrimenti come il convento delle Sepolte Vive,fondato nel 1641.Successivamente nel 1888 viene demolita la chiesa e la restante parte utilizzata come caserma delle Gu
1 marzo 2018 by osmar
Luigi Moretti
Il centro, occupa una delle isole di maggiori dimensioni del complesso residenziale dell'Olgiata, raggiungibile dall'ingresso sud. Il movimento naturale del suolo e la particolare forma del lotto suggeriscono l'andamento planimetrico degli edifici che si attestano lungo le curve di livello, lasciand
22 febbraio 2018 by osmar
Giuliana Genta, Adalberto Libera, Silvano Pazarasa
I disegni mostrano due ville, tra loro quasi gemelle, ognuna delle quali include due unità abitative. Le unità sono indipendenti e disposte su due diversi livelli: una al piano terra, l'altra al primo piano. L'autonomia viene ottenuta sfruttando il dislivello del terreno, in modo da permettere a o
in revionsione
10 aprile 2017 by Micaela Didomenicantonio
Arbau studio
BOZZE
Incompleta
19 aprile 2018 by osmar
Camillo Palmerini
Nello stesso isolato del cinema-teatro i restanti edifici a carattere intensivo sono stati progettati tutti da Palmerini. L'insieme dei fabbricati racchiude la grande corte che ha come sfondo verso la piazza, il prospetto interno dell'odierno Palladium. Lo spazio è articolato dai cambi di quota del
Incompleta
14 aprile 2018 by Hohenegger
Vito Latis; Gustavo Latis
Il condominio in via Lazone, situato nel centro storico di Milano, fu costruito in un lotto gravemente danneggiato dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, precedentemente costituito da una cortina di case lunghe strada con giardino privato. Il progetto per la riedificazione, che prevedeva d
Incompleta
12 aprile 2018 by EPDE
Vincenzo Monaco & Amedeo Luccichenti
Incompleta
12 aprile 2018 by Maria Teresa
Pio Piacentini, Costantino Dardi, ABDR
Il Palazzo delle Esposizioni, inaugurato nel 1883 su progetto di Pio Piacentini, doveva rispondere all'esigenza di dotare la giovane Capitale d'Italia di una essenziale struttura culturale sul modello delle grandi capitali europee. La struttura espositiva di Via Nazionale fu quindi concepita come un
Incompleta
12 aprile 2018 by osmar
Ludovico Quaroni
Le due palazzine signorili progettate insieme al padre e costruite dall'Impresa Saigi, costituiscono l'unico "lavoro professionale" del 1937. Alti cinque piani, i due edifici sono di matrice razionalista. Il tema della palazzina viene risolto con un'architettura in cui l'accurato studio delle faccia
Incompleta
5 aprile 2018 by osmar
ing. arch. Gabriele d'Ambrosio
La scuola è situata nel rione Monti, in un area di grande pregio per la vicinanza dei complessi monumentali di epoca romana (quali la Domus Aurea, le terme di Tito e quelle di Traiano, e il Colosseo) e per l'altimetria del luogo che permette di fruire abbondantemente di ventilazione e luce natural
Incompleta
5 aprile 2018 by osmar
ing. arch. Gabriele d'Ambrosio
La scuola "Enrico Pestalozzi" si propone come un edificio modello, di scuola, di architettura postunitaria. Le aule, ampie e luminose, sono servite da corridoi grandi e lunghissimi e connesse con un ampio locale denominato sulle piante "stanzino", del quale non si conosce esattamente la funzione
Incompleta
5 aprile 2018 by osmar
Mario Moretti
L'edificio fa parte di un isolato di Testaccio su cui sono stati costruiti, tra gli altri,diversi edifici di servizio al quartiere ed alla città.Su via Galvani,all'angolo con via Marmorata, è stata edificata tra il 1928 ed il 1930 la Caserma dei Pompieri,progettata da Vincenzo Fasolo. Nello stesso
Incompleta
5 aprile 2018 by Hohenegger
Incompleta
26 marzo 2018 by farcieri