PUBBLICATE
12 giugno 2018 by Alfredo Giacomini
Ninfo Burruano
Il progetto della casa per la Torre di Chia, elaborato dall’architetto palermitano Ninfo Burruano, è stato presentato da Pier Paolo Pasolini al Comune di Soriano nel Cimino nel mese di marzo del 1971. Il nuovo corpo a forma di C, con pareti interne vetrate che consentono una introspezione tra
28 maggio 2018 by osmar
Pietro Aschieri
Il ruolo urbano è quello di dare forma architettonica agli angoli del lotto prospicienti piazza di Sant'Eurosia, sottolineando la rotazione tra due piccole case gemelle isolate, disposte lungo le due strade che convergono sulla piazza, tramite il raddoppio dei pilastrini delle recinzioni a formare
25 maggio 2018 by osmar
Mario Marchi
La ripetizione simmetrica di due case identiche tra loro conforma l'edificio. Ognuna si divide in quattro alloggi, ciascuno con un'ampia cucina dotata di camino e un bagno, oltre al corridoio di distribuzione delle camere da letto. Queste due unità abitative affiancate costruiscono nel lotto un
23 maggio 2018 by osmar
Gino Cancellotti
Al centro del lotto, in una situazione svincolata dalle strade, vengono disposti tre edifici intorno a una fontanina esagonale ad articolarne tutta la spazialità interna. Gli assi della composizione delle tre case sono le bisettrici degli angoli del lotto triangolare. I tre edifici sono a due piani
10 maggio 2018 by Giulia Luffarelli
Ugo Luccichenti
Il complesso residenziale “Belsito” viene realizzato tra il 1950 e il 1953 dall'architetto Ugo Luccichenti. In quegli anni sul piazzale Medaglie d'Oro, punto d'arrivo dell'omonimo viale, spiccava il polo commerciale detto "la Meridiana", opera dell'architetto Roberto Marino. Su richiesta della S
10 maggio 2018 by osmar
Luigi Vietti
Un edificio con quattro appartamenti, ripetuto due volte all'interno del lotto, esprime una ricerca rigorosa sulla simmetria. Le scale che conducono agli alloggi del primo piano sono elementi forti nella composizione della facciata, insieme alle due grandi finestre quadrate, ai lati del prospetto pr
10 maggio 2018 by osmar
Alberto Calza Bini
L'edificio occupa una posizione strategica nel quartiere, caratterizzando architettonicamente, insieme alla scuola Cesare Battisti, uno dei luoghi urbani più importanti.Il complesso ecclesiastico occupa un intero isolato posto su un forte dislivello e si articola su più piani. La chiesa è localiz
19 aprile 2018 by osmar
Luigi Moretti, Augusto Muller, Silvano Zorzi
Destinata ad uffici e a locali di rappresentanza l'edificio è progettato in sostituzione di una abitazione preesistente della medesima cubatura (m22X21), nel momento di massima trasformazione della parte che circonda la Città Universitaria da quartiere borghese di villini a zona per uffici.I piani
16 aprile 2018 by osmar
Luigi Moretti
Nel 1928, quando Moretti era ancora uno studente, gli venne affidato l'incarico di realizzare una palazzina a Ostia, nei pressi della nuova basilica Regina Pacis. In quelli stessi anni Ostia era in piena trasformazione, in quanto si apprestava a diventare, il nuovo "Lido di Roma",in virtù anche de
12 aprile 2018 by Maria Teresa
GGMPU Architects, Lucio Morini
Di fronte a Plaza España, nella città di Córdoba, il quasi centenario Museo Emilio Caraffa è stato recentemente oggetto di un intervento di ampliamento e ristrutturazione moderno e funzionale. Museo ad opera dell'architetto ungherese Johannes Kronfuss, realizzato nel 1916 in stile neocoloniale,
IN ATTESA DI REVISIONE
bozza
19 giugno 2018 by Giulio Luzzi
Giuseppe Terragni,Pietro Lingeri
L'edificio, realizzato da Terragni e Lingeri, è situato a Milano in corso Sempione 36. L'iniziale desiderio del committente era una villa a due piani, questo portò ad una soluzione di compromesso con la realizzazione di un attico, destinato al committente, una sorta di villa sopra i due corpi di
bozza
18 giugno 2018 by AntonellaPoli
Giuseppe Nicolosi
La chiesa di San Policarpo, situata ai limiti del parco degli Acquedotti, è l’architettura di riferimento del quartiere Appio Claudio, e si pone come chiusura del quartiere stesso. La costruzione iniziò nel 1964 e terminò nel 1967, su progetto dell’Arch. Ing. Giuseppe Nicolosi. San Policarp
9 aprile 2018 by osmar
Luigi Moretti
Tra le prime produzioni di Moretti, la palazzina rivela, assieme all'impostazione classicista messa in evidenza dai dettagli (cornici, lesene, timpani) la volontà di una ricerca spaziale giocata sui volumi e sui forti chiaroscuri. L'autore privilegia il gusto per i contrasti e le brusche interruzio
9 aprile 2018 by osmar
Mario Moretti
Le principali trasformazioni documentate iniziano dal 1887 con l'acquisizione dell'ex Monastero dell'Immacolata Concezione,conosciuto altrimenti come il convento delle Sepolte Vive,fondato nel 1641.Successivamente nel 1888 viene demolita la chiesa e la restante parte utilizzata come caserma delle Gu
1 marzo 2018 by osmar
Luigi Moretti
Il centro, occupa una delle isole di maggiori dimensioni del complesso residenziale dell'Olgiata, raggiungibile dall'ingresso sud. Il movimento naturale del suolo e la particolare forma del lotto suggeriscono l'andamento planimetrico degli edifici che si attestano lungo le curve di livello, lasciand
22 febbraio 2018 by osmar
Giuliana Genta, Adalberto Libera, Silvano Pazarasa
I disegni mostrano due ville, tra loro quasi gemelle, ognuna delle quali include due unità abitative. Le unità sono indipendenti e disposte su due diversi livelli: una al piano terra, l'altra al primo piano. L'autonomia viene ottenuta sfruttando il dislivello del terreno, in modo da permettere a o
in revionsione
10 aprile 2017 by Micaela Didomenicantonio
Arbau studio
bozza
13 ottobre 2014 by Mauro Maglietta
Luigi Moretti
Girasole è il nome dato all’omonima palazzina dall’architetto Luigi Moretti, che amava attribuire un nome ai propri edifici. In particolare, i panneggi che increspano le pareti laterali della palazzina, in corrispondenza delle camere da letto, catturano i raggi del sole generando e accentuando
BOZZE
Incompleta
18 giugno 2018 by FedericaFeudi
Angiolo Mazzoni del Grande
L'stituto per le figlie dei Postelegrafonici si sviluppa su due piani: in quello terreno si trovano i servizi collettivi e le aule, al primo i dormitori. All'ammezzato sono alcune stanze per i docenti mentre sul lato destro sono ricavati alcuni locali tecnici seminterrati. I rivestimenti esterni son
Incompleta
18 giugno 2018 by FedericaFeudi
Giuseppe Nicolosi
Le soluzioni d'angolo, sempre diverse marcano la forma del lotto aprendosi in modo concavo verso l'esterno. I prospetti evidenziano l'assi di simmetria con piccole riseghe, fasce marcapiano e marcafinestre. L'intonaco in due colori ha inserti in mattoni e grandi modanature o mensole alle finestre
Incompleta
18 giugno 2018 by FedericaFeudi
Giovan Battista Trotta
Gli assi della composizione di questo isolato sono simili a quelli degli Alberghi suburbani costruiti accanto, ma la frammentazione degli edifici definisce una maggiore complessità negli spazi a giardino. Questo edificio, costruito subito dietro il seguente dello stesso autore ( scheda E 43), ta
Incompleta
18 giugno 2018 by osmar
Giuseppe Nicolisi
L'edifico, atipico nel panorama delle case della Garbatella, risolve un forte dislivello del terreno con la sua particolare volumetria e si distingue dalle altre costruzioni colorate con le terre naturali, per il bianco dell'intonaco. La sua forma caratterizza il disegno urbano con modalità peculia
Incompleta
14 giugno 2018 by osmar
Ufficio tecnico I.C.P
La forma particolare di questa casa deriva dal suo essere posta ad angolo tra due strade poco divergenti (via Giovanni da Montercorvino e via Roberto de Nobili) che confluiscono sulla piazza e dal risolvere nel suo costruito il dislivello del terreno tra la piazza e il cortile retrostante. Un uni
Incompleta
14 giugno 2018 by osmar
Pietro Aschieri
L'intervento si caratterizza nell'accento dato al ruolo della quinta su strada dove le scale esterne scavano il volume edilizio.Gli ingressi delle abitazioni centrali sono marcati da due elementi aggettanti ad L rovesciata, che per la loro astrattezza ricordano il neoplasticismo olandese. Entrambe l
Incompleta
14 giugno 2018 by FedericaFeudi
Giò Fiaccavento
Realizzato per l'Opera Nazionale per la protezione della Maternità e dell'Infanzia dall'impresa Soc. Cooperativa Muratori e Cementisti di Ravenna, l'asilo fu completato il 28 ottobre 1964 (direttore dei lavori ing. Giuseppe Olivi).L'area riservata all'Omnisu cui era già stato approvato un progetto
Incompleta
13 giugno 2018 by Mdstudio
Incompleta
11 giugno 2018 by osmar
Giovan Battista Trotta
Come quelli di piazza Sant'Eurosia e piazza Sapeto, anche quest'edificio segna un punto notevole. Infatti si dispone ad angolo e con la sua altezza di quattro piani forma una quinta che invita all'ingresso nell'isolato. I modi compositivi dell'autore sono qui riconoscibili perché, come in altri suo
Incompleta
11 giugno 2018 by osmar
Giovan Battista Trotta
L'architetto Trotta, ogni volta che compone uno spazio complesso come questa piazza, modella le sue architetture e le adatta plasticamente a costruire il luogo. Semplici in pianta, gli edifici si articolano mediante l'inserzione dell'arco che unisce i volumi tagliandoli negli angoli. Ogni unità ha