PUBBLICATE
16 Settembre 2019 by fabrinardi
Giuseppe Samonà
Quartiere nato in attuazione dei primi interventi IACP nel secondo dopoguerra e come pratica progettuale della “Scuola di Venezia” ovvero il gruppo di architetti guidati da Giuseppe Samonà a partire dal 1945-46. L’ambiente operaio e piccolo borghese fu il riferimento principale delle ricerche
15 Settembre 2019 by Sara Sette
Carlo Scarpa
Il Museo Revoltella, nel cuore del centro storico di Trieste necessitava un’espansione già dai primi anni del Novecento. Il progressivo aumento delle opere d’arte acquistate nel corso degli anni aveva decretato infatti l’inadeguatezza dello storico palazzo alla funzione museale che esercita d
13 Settembre 2019 by alessia.levi
BBPR; Albini Franco; Albricci Gianni; Gardella Ignazio; Castiglioni Enrico;
Sulla scia del piano di interventi dello stato per la realizzazione di edilizia residenziale pubblica, meglio conosciuto come INA-Casa, nel 1951 venne realizzato a 15 km a Nord di Milano il quartiere INA-Casa di Cesate.  Il piano urbanistico affidato ad un gruppo di architetti occupava circa 33 ett
11 Settembre 2019 by Hohenegger
Vito Latis; Gustavo Latis
Il condominio in via Lazone, situato nel centro storico di Milano, fu costruito in un lotto gravemente danneggiato dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, precedentemente costituito da una cortina di case lunghe strada con giardino privato. Il progetto per la riedificazione, che prevedeva d
10 Settembre 2019 by chiararchitettura
Ignazio Gardella
Nel 1953 la Società Immobiliare Santo Spirito per conto di Annamaria Cicogna Volpi commissiona l’opera all’architetto Ignazio Gardella. I primi elaborati si fondano su un rilievo sbagliato del lotto che riportava il fronte lungo le Zattere come rettilineo. Tale circostanza tuttavia non impedisc
9 Settembre 2019 by Redazione ArchiDiAP
Herman Hertzberger
Questo cuneo finale segna il completamento dello sviluppo del Media Park, dando una forma definitiva al progetto ideato per un concorso nel 1990, restando fedele alle linee guida del progetto urbano ma non a quello architettonico. Al contrario del blocco unico perimetrale, il nuovo complesso è s
9 Settembre 2019 by Aurora Ianniello
Aymonino, Chiarini, Girelli, Lenci, Ottolenghi
Il quartiere Spine Bianche (definito oggi anche “il Bottiglione”) è uno dei quartieri di edilizia residenziale popolare realizzato nella seconda metà degli anni ’50 a Matera, in seguito ad un concorso bandito dal Ministero dei Lavori Pubblici per il risanamento dei “Sassi”. Il rione
11 Luglio 2019 by Giuliamica
Luigi Figini, Gino Pollini, Gio Ponti, Piero Bottoni
Il quartiere Harar, commissionato da INA-Casa, è stato realizzato tra il 1950 e il 1955 in prossimità dello stadio San Siro a Milano. È delimitato da via Harar, via Novara e via San Giusto. A questo progetto hanno contribuito diversi architetti, tra cui Giò Ponti, Luigi Figini, Gino Pollini e P
28 Giugno 2019 by verdiana ci
Guerrini, La Padula, Romano
Il Palazzo della Civiltà Italiana all'EUR è sicuramente "il monumento più discusso, meno amato, ma anche più familiare e famoso della Roma moderna" (Sergio Poretti). Da un lato la sua difficile identità funzionale lo ha reso sempre un oggetto misterioso e spesso inutilizzato, al contrario la su
28 Giugno 2019 by cristinatascioni
Franco Albini, Luigi Colombini
Nel 1946 l'amico alpinista Giuseppe Pirovano commissiona ad Albini il progetto di una casa unifamiliare con annessa scuola sci. Poco dopo l'incarico si trasforma nell'Albergo-rifugio per ragazzi realizzato in collaborazione con Luigi Colombini. L'opera può essere considerata il manifesto delle a
IN ATTESA DI REVISIONE
bozza
22 Maggio 2019 by Gianluca Petronelli
Niki de Saint Phalle
Sulla strada Aurelia, nella Maremma toscana a due passi da Capalbio, si svela agli occhi del viaggiatore il “Giardino dei Tarocchi” nato da un sogno di Niki de Saint Phalle e dedicato ai 22 arcani maggiori dei Tarocchi. Già dall’ingresso, ai piedi della collina, il viaggiatore intuisce che d
bozza
4 Maggio 2015 by corinnavulpiani
Vincenzo Monaco, Amedeo Luccichenti
Le palazzine in Via del Circo Massimo a Roma, degli architetti Vincenzo Monaco e Amedeo Luccichenti, costituiscono due esempi eloquenti di palazzine residenziali per l’alta borghesia romana degli anni cinquanta. Gli architetti non si sottrassero dall’occasione di progettare con qualità due pala
BOZZE
Incompleta
18 Settembre 2019 by Renato Piccirillo
Incompleta
16 Settembre 2019 by Lorenzo
Vincenzo Monaco & Amedeo Luccichenti
Nel 1935 iniziò l’attività uno dei più importanti studi di architettura in Italia, lo Studio Monaco-Luccichenti. La morte prematura dell’Arch. Amedeo Luccichenti interruppe prematuramente la collaborazione nel 1963. Nella seconda metà degli anni ’50, il Ministero dei Lavori Pubblici
Incompleta
16 Settembre 2019 by djtrd
Francesco La Grassa
Il Palazzo delle Poste di Trapani è un edificio modernista realizzato tra il 1924 e il 1927 nell'odierna Piazza Municipio, su progetto dell'architetto e ingegnere siciliano Francesco La Grassa. L'incarico, derivato da un'attribuzione diretta al progettista da parte della divisione isolana del Provv
Incompleta
27 Agosto 2019 by Luca Tanzilli
Incompleta
26 Luglio 2019 by Luca Tanzilli
Incompleta
30 Giugno 2019 by Edoardo Castracane
Orazio Carpenzano, Mosè Ricci, Filippo Spaini
Il progetto per la riqualificazione del sistema pubblico di Corso Trento e Trieste a Lanciano nasce da una convenzione stipulata nel 2013 tra il Comune, lo studio RicciSpaini Architetti Associati e il Dipartimento di Architettura e Progetto della Sapienza di Roma, nella figura del suo direttore Oraz
Incompleta
15 Giugno 2019 by Nestor BEGUIN
Pier Luigi Nervi; Antonio Nervi
Lo Stadio Flaminio è collocato al posto del precedente “Stadio Torino”, che fu realizzato nel 1911. Lo stato di deterioramento dello Stadio Torino, e la necessità di realizzare nuove infrastrutture per i Giochi Olimpici di Roma del 1960, furono le cause principali che portarono alla decisio
Incompleta
3 Giugno 2019 by GAASTUDIO
Gerardo Amato
Il complesso residenziale Apulia White nasce dall’incontro tra una Committenza coraggiosa e innovatrice e la passione per il mestiere di un architetto di provincia. L’area, di circa 15.000 mq, ritagliata da una proprietà molto più ampia coltivata ad uliveto, è ubicata ai limiti dell’abit
Incompleta
1 Giugno 2019 by FLORIANA_DI_NICCOLO
Giulio Minoletti
Nella seconda metà degli anni ‘50, Giulio Minoletti, Giuseppe Chiodi e Lodovico Lanza progettano l’edificio che sorgerà sui resti di un palazzo distrutto dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, all’interno del Giardino di Arcadia. Il primo progetto del 1955 subirà modifiche nell’
Incompleta
29 Maggio 2019 by Fla_via
Dario Barbieri
Il quartiere Trieste venne costruito nel 1926 per iniziativa dell’INCIS ( l’Istituto Nazionale per le Case degli Impiegati dello Stato) finanziato tra l’avvento del fascismo e la seconda guerra mondiale. In questo periodo Roma conobbe grandi trasformazioni che portarono la città a svilupparsi