Asilo Nido (ex ONMI)
Giò Fiaccavento
Via Rocco da Cesinale, Roma, RM, Italia, -1964

Realizzato per l’Opera Nazionale per la protezione della Maternità e dell’Infanzia dall’impresa Soc. Cooperativa Muratori e Cementisti di Ravenna, l’asilo fu completato il 28 ottobre 1964 (direttore dei lavori ing. Giuseppe Olivi). L’area riservata all’Omnisu cui era già stato approvato un progetto nel 1942 non realizzato, è ritagliata nel grande lotto destinato a Parco dei Bambini dove già sorgeva dal 1926 l’asilo Luzzati di Sabbatini (scheda E 34 ). Con la Legge 698 del 23/12/1975 l’Ente ONMI viene soppresso e il suo pratimonio immobiliare è trasferito alle province e comuni dove i beni sono ubicati, pertanto il 25 luglio 1977 l’asilo nido e il terreno circostante vengono annessi al patrimonio del Comune di Roma. Il complesso si sviluppa su un piano terreno e un primo piano per complessivi mc 4.249,80 con una superficie coperta di mq 671,30 e un ampia area esterna di pertinenza di circa mq1.500. La struttura è in cemento armato e tamponatura a cassetta, con solaio misto in laterizio-1cemento e copertura a tetto.

Un corpo di fabbrica ad H si adatta alla morfologia del terreno a cercare le migliori condizioni di esposizione(i lati lunghi sono sull’asse nord/est sud/ovest) appoggiandosi sul dislivello che caratterizza l’area. Lo sflalsamento di mezzo piano tra le due ali del fabbricato, secondo il naturale andamento del terreno, permette di accedere agevolmente alle due quote del’edificio. In basso, con ingresso da via A.Mannucci si accede ai servizi per il personale, mentre tutte le attività sono collocate nel livello superiore e la scala interna ha funzionale di collegamento solo per gli addetti. Il piano terra, diverso nei materiali e nel disegno dei prospetti, fa da basamento.

L’impianto a padiglioni consente una razionale distribuzione delle funzioni di collegamento solo per gli addetti. Il piano terra, diverso nei materiali e nel disegno dei prospetti, fa da basamento.

Leggermente più alta e a diretto contatto con il parco è l’ala dedicata all’asilo realizzata con due ampi padiglioni connessi dal volume più basso dei servizi. Qui la struttura portante con quattro pilastri angolari permette l’articolazione dei prospetti con ampie superfici piene e vetrate. La sottile copertura di questi ambienti dedicati ai bambini caratterizza lo spazio centrale e lascia che la luca piova dall’altro diffusa dalle sfaccettature del tetto.

(Antonella Bonavita )


IMMAGINI

DISEGNI / ELABORATI

APPROFONDIMENTI
Asilo nido (ex ONMI)
Fonte
Scuola in via Rocco da Cesinale 20
Fonte

BIBLIOGRAFIA

Bonavita, Antonella, Piero Fumo, Maria Paola Pagliari. Il moderno attraverso Roma. Guida all'architettura moderna della Garbatella. 6 Roma: Palombi Editore, 2010.

Rossi, Piero Ostilio. Roma. Guida all'architettura moderna 1909-2011. Roma: Laterza, 2012, ISBN 9788842099178.