La Città delle Arti e delle Scienze
Santiago Calatrava
Av. del Profesor López Piñero, 7, 46013 Valencia, Spagna, 1991-2009

Il complesso della città delle Arti e delle Scienze di Valencia si sviluppa lungo le rive del fiume Turia e si estende su una striscia di terra lunga 8 chilometri e larga 200 metri. Composto da più edifici, connessi tra loro da un sistema di spazi pubblici articolati su vari livelli, essi si susseguono tra loro in un’armonia di forme, colori e materiali, riscontrando un legame diretto con le forme degli elementi strutturali naturali e con quelle dell’anatomia umana.

Palazzo delle Arti Reina Sofia

Questo edificio è il teatro dell’opera di Valencia con un auditorium di circa 1300 posti. Le forme rimandano direttamente a quelle della struttura di un cranio umano. Realizzato in sostituzione del progetto iniziale di una torre di comunicazione, il Palazzo delle Arti è l’elemento principale del complesso, nato dalla necessità di dar vita ad un luogo dedito alla divulgazione della musica, delle arti teatrali e della danza.

Emisfero

La forma dell’Emisfero, che è ispirata all’occhio umano, nasce da una pianta ellittica che genera una specie di bozzolo arcuato con all’interno un planetario a forma di globo. Esso presenta al suo interno la biblioteca, il ristorante e un auditorium. Sono presenti anche due sistemi di proiezione e la rappresentazione astronomica con spettacoli di intrattenimento.

Museo della scienza e della tecnica Principe Felipe

Questo museo, che ricorda la forma di un’onda, accoglie le esposizioni in una grande galleria vetrata che si affaccia sull’acqua e in cui l’apprendimento scientifico e tecnologico avviene tramite la sperimentazione. Dal punto di vista compositivo, l’edificio è generato dalla ripetizione in serie della sezione trasversale in cemento armato.

Umbracle

Lo spazio di questo elemento si sviluppa all’interno di un’arcata aperta, creata come una sorta di giardino d’inverno dei giorni nostri. Si tratta di una delle tante entrate all’intero complesso architettonico ed è nato per soddisfare le esigenze relative all’accoglienza turistica, tramite un forte legame tra arte e natura. Al piano inferiore dell’edificio si trova un grande parcheggio, mentre al piano superiore, è presente una galleria all’aperto con un grande e ricco giardino.

Oceanografico

E’ uno dei più grandi parchi naturali d’Europa in cui i turisti possono ammirare alcuni dei più importanti ecosistemi marini del pianeta.

Agorà

E’ l’ultimo edificio costruito nella Città delle Arti e delle Scienze e svolge la funzione, come suggerito dal nome, di grande piazza polivalente coperta a pianta ellittica.


VIDEO

DISEGNI / ELABORATI

BIBLIOGRAFIA

Tzonis, Alexander. Santiago Calatrava: The Complete Works. New York: Rizzoli, 2004, ISBN 9780847826414.

Molinari, Luca. Santiago Calatrava. Milano: Skira, 1998, ISBN 9788881185252.

Tzonis, Alexander . Santiago Calatrava. La poetica del movimento. Milano: Rizzoli, 1999, ISBN 8817862282.

Polano, Sergio. Santiago Calatrava. Opera completa. Milano: Electa, 1996, ISBN 9788843554508.

SHARP, Dennis. Santiago Calatrava. London: E & FN SPON, 1994, ISBN 9780419195702.

McQuaid, Matilda . Santiago Calatrava. Structure and Expression. New York: The Museum of Modern Art, 1993, ISBN 0870701649.

AA.VV.. Santiago Calatrava 1990/1992. In: El Croquis. 1992, n. 57, .

AA.VV.. Santiago Calatrava 1983-1996. In: AV Monografias. Editor Publisher, 1996, n. 61, .