Palazzina in via Panama angolo via Polonia
Ugo Luccichenti
via Panama angolo via Polonia, Roma, 1934-1936

Il tratto di via Panama che confina con il parco di Villa Ada è fortemente segnato dagli interventi di due architetti: Mario Tufaroli Luciano e Ugo Luccichenti. Quest’ultimo, in particolare, è autore delle due palazzine che si trovano nell’attuale largo Bangledesh, costruite attorno alla metà degli anni 30 del secolo scorso sulla grande curva di via Panama alla convergenza con via Polonia e via Lima. I due edifici sono tra i primissimi esercizi architettonici realizzati dall’ingegnere romano, e risentono fortemente delle influenze architettoniche mitteleuropee, specie nei disegni di chiara matrice espressionista.

La doppia soluzione angolare offerta dal lotto viene risolta compositivamente in un gioco complementare tra i due edifici; “[…] il problema – come osserva Luca Nicotera – diventa un quesito a cui rispondere attraverso una sorta di dialogo concavo-convesso fra gli stessi.”

In entrambi gli edifici l’angolo è il luogo in cui sedimentare i maggiori accadimenti plastici, dai balconi alle ampie bucature, mentre lungo i prospetti longitudinali le tensioni plastiche scemano progressivamente, ridotte alla “classica” tripartizione romana delle palazzine residenziali (basamento, corpo centrale, attacco al cielo).

Luccichenti sperimenta per la prima volta il tema delle facciate curve come elemento di rivisitazione in chiave moderna delle tensioni barocche della città.


DISEGNI / ELABORATI

BIBLIOGRAFIA

Pierdomenico, Filomena, Mario Piersensini. Ugo Luccichenti architetto. Roma: Officina, 1980.

Muratore, Giorgio. Un maestro maestro romano: Ugo Luccichenti. In: Rassegna di architettura e urbanistica. 1996, n. 89/90, .

Manieri Elia, Mario. Il Contributo di Ugo Luccichenti. In: Metamorfosi. 1990, n. 15, .

, . Ugo Luccichenti, nuove architetture a Roma. In: Edilizia Moderna. 1954, n. 52, .