Riqualificazione urbana Giustiniano Imperatore, comparto A
ABDR Architetti Associati
Viale Giustiniano Imperatore, 179, 00145 Roma, Italia, 2004-2010

l progetto, opera dello studio romano ABDR, è costituito da due grandi volumi per residenze e attività commerciali. Il primo corpo di fabbrica, profondo 13,5 metri, è allineato con gli edifici preesistenti di via Costantino; l’altro volume, invece, ha una forma a “farfalla”, in quanto lungo viale Giustiniano Imperatore appare come un corpo longitudinale, mentre verso la piazza interna si presenta con tre parallelepipedi sospesi. Questi parallelepipedi sono collegati a terra tramite dei pilastri a sezione circolare dai diametri differenti. La morfologia dell’impianto dipende sostanzialmente dagli aspetti bioclimatici: orientamento, ventilazione e affaccio degli alloggi.

Gli alloggi sono caratterizzati da una particolare suddivisione funzionale: fasce “strutturanti”, in cui sono posizionati gli impianti, si alternano alle fasce “strutturate”, in cui sono presenti i soggiorni e le zone notte.

Piuttosto singolare è il trattamento delle facciate: i materiali sono stati selezionati in base alla loro resistenza e alla ridotta necessità di manutenzione. Le finiture esterne riprendono i materiali tipici dell’edilizia romana: mattone di fornace e pietra naturale di travertino. La posa dei mattoni è caratterizzata dalla differente cromia dei materiali che, assieme ai frangisole in legno mobili che si alternano con i vuoti disegnati dalle logge, conferiscono alla facciata un aspetto dinamico. Questo ritmo in facciata è reso ancor più vibrante dalla scelta di lasciare a vista ogni marcapiano. Le pareti perimetrali sono trattate con un cappotto esterno che riduce drasticamente le possibili dispersioni del calore nel periodo invernale, a favore di un maggiore comfort ambientale. Il sistema di raccolta delle acque piovane, integrato nel tetto, viene utilizzato per l’irrigazione del parco.

Tra i due edifici principali è inserito un terzo, molto più basso, che ospita il complesso degli impianti sportivi, tra cui una piscina coperta. La presenza delle strutture sportive al centro dell’impianto consente, grazie ai grandi lucernari costantemente accesi, una buona illuminazione notturna di tutto il complesso.

L’ambito racchiuso tra le volumetrie principali contiene il Giardino dell’Essenze, e permette il collegamento tra gil edifici ed il contesto. Il giardino è costituito da aiuole dalla forma allungata e, come richiesto dal bando di concorso, genera uno spazio ispirato al tema dei “profumi”. Quando il percorso pedonale interseca la farfalla, questo si alza fino a tornare in quota con la via di Costantino attraverso un’ampia scala centrale. La vocazione urbana del complesso è caratterizzata dalla mescolanza di tre temi: residenziale, commerciale e spazio pubblico.


DISEGNI / ELABORATI

ALTRE INFORMAZIONI

SUPERFICIE DELL'INTERVENTO:
Superficie: 13.250 mq


BIBLIOGRAFIA

ROSSI, Piero Ostilio.. Roma, Guida all’architettura moderna, 1909-2011. 4 Roma: Editori Laterza, 2012.

ANGELUCCI, Filippo. ABDR: technology and beyond. La creatività come risorsa. Creativity as a resource. Milano: FrancoAngeli Editore, 2013.

RICCI, Laura. Piano locale. Nuove regole, nuovi strumenti, nuovi meccanismi attuativi. Milano: FrancoAngeli Editore, 2009.